“A sicilian patriot – Giovanni Falcone e gli Stati Uniti d’ America”; un libro del magistrato Sinisi

“Il vigliacco muore più volte il coraggioso una volta sola”  E’ stata con questa celeberrima frase proferita a suo tempo dal compianto ex magistrato Giovanni Falcone che lo scorso venerdì sera 3 luglio , presso l’auditorium della chiesa Cappuccini di Andria, è stato presentato “A sicilian patriot – Giovanni Falcone e gli Stati Uniti d’ America”  (edito Caccuci) un libro scritto dal magistrato ex senatore nonché ex sindaco di Andria (1993 -1996) Giannicola Sinisi.

Durante l’incontro con l’autore, organizzato dalla Libreria 2000 di Andria e moderato dal professore e giornalista per la Gazzetta del Mezzogiorno, Michele Palumbo, Sinisi ha messo in luce,  non solo la sua enorme stima  in ricordo del suo amico e collega Falcone, ma anche l’importanza  (cosi come si evince dal libro) che ancora oggi, a più di 20 anni dalla sua morte, la figura dell’ex magistrato e membro del pool anitmafia nonché fautore del maxi processo, ricopre tra le fila della Corte Suprema statunitense  e dell ‘FBI.IMG_4470

 “A Siacilian patritot” ovvero il patriota siciliano, cosi come lo definisce lo stesso  Sinisi, celebra la figura del magistrato siciliano che ha dato la vita per  salvare la sua patria dal quel “cancro sociale” che ancora oggi, nonostante la “presunta” trattativa Stato Mafia, penetra  ancora nel tessuto sociale siciliano/italiano oltrepassando i confini internazionali.

“ I cablogrammi segreti dell’ambasciata statunitense a Roma al Dipartimento di Stato americano dal 1987 al 1993, declassificati su iniziativa di Giannicola Sinisi, svelano il pensiero originale ed autentico delle autorità Statunitensi su Giovanni Falcone e su alcune vicende rilevanti della sua storia personale che, a tratti, si sovrappone alla storia d’Italia” – si legge in quarta di  copertina del libro

“Giovanni non è solo un patriota, ma nel libro uso anche il termine guerriero, perché per gli americani Falcone può solo definirsi orgogliosamente tale – ha evidenziato Sinisi nel corso della serata – Falcone ha offerto un valido contributo per la lotta alla mafia nazionale e internazionale; pertanto sempre più stretti furono i suoi rapporti con l’FBI e gli Stati Uniti , al punto che in suo onore nel 1994 gli americani hanno dedicato al nostro “patriota” un busto in bronzo (collocato nel cortile dell’Accademia dell’FBI di Quantico, nelle vicinanze di Washington)

“Lo stretto rapporto che l’ FBI statunitense  aveva con Falcone,  lo si evince anche dal fatto che l’esame del DNA sui mozziconi di sigarette ritrovati a Capaci, subito dopo la strage, fu compiuto dall’ Ufficio Federale di Investigazione (FBI)  affinché si giungesse ai responsabili e ci fosse giustizia per Giovanni: quel uomo che ha portato alla sbarra 475 mafiosi tra i quali  coloro che costituirono la direzione strategica  di Cosa Nostra,ma che ciò nonostante è stato poco riconosciuto e valorizzato dalla sua stessa patria per la quale ha lottato.

Dopo lo scioglimento del Pool antimafia– ha proseguito il magistrato andriese –  interviene nelle indagini la magistratura americana, difatti con gli  Stati Uniti abbiamo delle indagini in comune, ed è anche per questo che il caso Falcone ha valenza internazionale.”

“Tuttavia, il mio libro nasce non solo per celebrare Giovanni, ma anche per raccontare la mia esperienza americana durata  ben quattro anni a partire dal 1988, ai tempi in cui collaboravano con la Corte Suprema per la lotta alla mafia. Falcone – ha evidenziato Sinisi – ha contribuito a quel riscatto morale del nostro paese a livello planetario. Ma purtroppo dopo il maxi processo la mafia risponde al contrattacco con l’omicidio prima del parlamentare democristiano vicino ad Andreotti, Salvo Lima,  poi dopo a pochi mesi di distanza, colpisce il mio carissimo amico Giovanni, il quale mi chiedeva “chi sarà il prossimo dopo Lima?  Ahimè è toccato a lui.” – ha concluso rammaricato l’autore.

Dora Dibenedetto   bat.ilquotidianoitaliano.it

Print Friendly

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.